Località di internamento, campi di concentramento e carceri in Italia

Identifier
ST0027
Language of Description
Italian
Alt. Identifiers
  • 1
Dates
1 Jan 1940 - 31 Dec 2005
Level of Description
Fonds
Source
EHRI Partner

Extent and Medium

7

cartelle

62

fascicoli

Biographical History

Nel 1955, in occasione del decimo anniversario della Liberazione, della fine della Repubblica sociale italiana (RSI) e dell'occupazione nazista, la Federazione giovani ebrei d'Italia (FGEI) sotto l'egida dell'Unione delle comunità israelitiche italiane (UCII) costituì a Venezia il Centro di documentazione ebraica contemporanea (CDEC). Secondo il suo primo Statuto del 1957 lo scopo del CDEC doveva essere "la ricerca e l'archiviazione di documenti di ogni tipo riguardanti le persecuzioni antisemite in Italia e il contributo ebraico alla Resistenza", nonchè la la loro divulgazione. Sotto la direzione di Roberto Bassi - al quale nel 1954 fu affidato l'incarico di creare un archivio storico - il CDEC raccolse l'eredità del colonnello Massimo Adolfo Vitale (si veda il Fondo CRDE) proseguendo il lavoro di ricerca sugli ebrei italiani e stranieri deportati dall'Italia.

Archival History

Il fondo archivistico è stato prodotto e raccolto dal Centro di documentazione ebraica contemporanea nell'esercizio della sua funzione di centro di ricerca storica. Trattandosi di una raccolta sviluppatasi nell'arco di più anni, in assenza di un omogeneo criterio di classificazione e archiviazione la documentazione di deposito si è sedimentata unitamente alle carte storiche, dando vita, in tal modo, ad un fondo di ricerca (che giustifica pertanto l'esensione cronologica dei fascicoli). Per la complessità e quantità dei campi presenti sul territorio nazionale, nonchè delle funzioni da essi svolti, è stata necessaria un'analisi sistematica ed un confronto di fonti diverse: la consultazione del testo di Liliana Picciotto "Il libro della memoria. Gli ebrei deportati dall'Italia (1943-1945) e del sito web www.annapizzuti.it . I luoghi d'internamento degli ebrei, qui trattati, sono stati descritti e ordinati in quattro categorie:

  • Località d'internamento, cartelle 1 - 3, fascicoli 1 - 38, estremi cronologici 1940 - 2001;

  • Campi di concentramento provinciali, cartella 3, fascicoli 39 - 48, estremi cronologici 1943 - 2001;

  • Campi dei polizia e transito, cartelle 3 - 5, fascicoli 49 - 52, estremi cronologici 1943 - 1999;

  • Carceri, cartelle 6 - 7, fascicoli 53 - 62, estremi cronologici 1940 - 2005.

Il fondo si compone di 3.420 carte e 65 fotografie raccolte in 62 fascicoli a loro volta suddivisi in 7 cartelle per 1 metro lineare circa. Tutta la documentazione inventariata ai sensi dell'articolo 13, commi a) e b) del D. Lgs. 42/2004 Codice dei beni culturali e del paesaggio, in originale e in buono stato di conservazione, è stata completamente ricondizionata al fine di garantirne la consultabilità a fini storici.

Acquisition

Il fondo è stato prodotto e acquisito dalla Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea (CDEC) di Milano durante lo svolgimento della sua attività di custodia e tutela dei documenti sulla realtà degli ebrei con particolare riferimento all'Italia ed all'età contemporanea, assicurando la raccolta di ogni relativa documentazione e conservando nei propri archivi e nella propria biblioteca la memoria della persecuzione antiebraica nazista e fascista.

Scope and Content

Il fondo si presenta come una raccolta complessa e articolata di informazioni, notizie, lettere, disposizioni e circolari, registri e fotografie, riguardanti le carceri, i campi e località di internamento in Italia durante il periodo della seconda guerra mondiale. Si tratta per lo più di materiale in copia fotostatica raccolto dal CDEC nel corso delle ricerche per la storia della Shoah in Italia.

System of Arrangement

L'intero fondo archivistico è stato organizzato secondo un ordine alfabetico.

People