Barbina Faustino

Identifier
san.cat.complArch.93080
Language of Description
Italian
Level of Description
Other
Source
EHRI Partner

Abstract

Faustino Barbina (nato a Mortegliano il 31 gennaio 1900, morto a Udine il 9 novembre 1982), laureato in scienze economiche e commerciali, ha svolto la professione di commercialista nel capoluogo friulano. Attivo nelle fila dell'antifascismo cattolico, dalla fine del 1942 fu tra gli organizzatori dei gruppi di opposizione e primo segretario udinese della Dc clandestina. Partecipò al movimento di liberazione all'interno delle formazioni partigiane cattoliche e liberali, ricoprendo l'incarico di delegato politico nella 2ª divisione partigiana Osoppo Friuli con il nome di "Ponte". Arrestato nel novembre 1944 e detenuto a Udine, nel gennaio 1945 venne deportato nel KZ di Dachau. Dopo la liberazione continuò l'attività politica, e venne eletto alla carica di deputato tra il 1948 e il 1953. Fu inoltre presidente dell'Ente provinciale per il turismo della provincia di Udine dal 1960 al 1970, e ricoprì numerosi incarichi all'interno di istituzioni di matrice cattolica, della Società filologica friulana, dell'Aned. Il fondo, che si compone di due fascicoli raccolti in un'unica busta, conserva rapporti, relazioni e altra documentazione relativa all'attività e all'organizzazione militare delle formazioni partigiane Osoppo Friuli, nonché elaborati politici relativi alla Resistenza friulana. Le carte, qui conservate parte in originale e parte in copia, sono state acquisite dall'Irsml di Trieste nel corso degli anni Sessanta, conferite dallo stesso Faustino Barbina. Il fondo è ordinato e consultabile in sede attraverso un inventario a livello di documento.

Extent and Medium

Buste: 1 Fascicoli: 2