Archival Descriptions

Displaying items 1 to 20 of 2,663
Language of Description: German
Language of Description: Croatian
Language of Description: Italian
  1. Beständeübersicht des Bundesarchivs

    • Beständeübersicht
    • German

    The Beständeübersicht allows users to browse through an overview of Bundesarchiv holdings in Department R (Reich) by tectonic hierarchy. For a non-hierarchical overview by current Bundesarchiv agency location, please go to the appropriate institution description(s): * https://portal.ehri-project.eu/institutions/de-002429 * https://portal.ehri-project.eu/institutions/de-002525 * https://portal.ehri-project.eu/institutions/de-002579

  2. KZ Dachau

    • Concentration camp Dachau
    • Konzentrationslager Dachau
    • KZ-Gedenkstätte Dachau
    • 01
    • German
    • 1933-2019
    • 35 Regalmeter, verschiedene Medien, u.A. Papier, digital, Fotos, Pläne.

    Materialien aus der Zeit des Bestehens des Konzentrationslagers Dachau. Darin Materialien und Angaben zu Peronen (ehemalige Häftlinge, SS-Personal, Häftlinge im SS-Straflager Dachau, weitere Personen), Orten (Stammlager Dachau, Außenlager und -kommandos), Verwaltung, Häftlingsgesellschaft, Lageralltag, Täter etc.

  3. Dokumente und Quellen anderer Archive. Deutsche Archive. International Tracking Service (ITS), Bad Arolsen

    Die Sammlung enthält v.a.: Korrespondenz, Befehle, Verfügungen, Anweisungen, Schutzhaftbefehle, allgemeine Anordnungen, Sitzungsberichte von Organisationen der ehemaligen Gefangenen, Bestandesrapporte, Stärkemeldungen, Häftlingslisten, Listen Befreiter, Listen verstorbener Häftlinge, Zugangslisten, Transportlisten, Unterlagen des Häftlingskrankenhauses, Unterlagen betr. Arbeitseinsatz, Todesbücher, Unterlagen betr. Kassenanweisungen, Sozialversicherungsangelegenheiten, Blockbücher, Veränderungsmeldungen, „Operationsbuch“, Totenlisten, Friedhoflisten, Repatriierungslisten, Nachkriegsberichte...

  4. Censimenti

    La serie raccoglie gli elenchi comunitari e i censimenti razzisti degli ebrei divisi per città o provincia a partire dal 1938. (1), (2)

  5. Antifascisti e partigiani ebrei in Italia 1922-1945

    Il fondo raccoglie documenti degli oppositori al regime fascista prima dell'8 settembre 1943 e dei partigiani della Resistenza, in particolare ebraica. Tra la documentazione cartacea descritta troviamo brevetti, documenti d'identità con false generalità, libretti d'iscrizione alle organizzazioni antifasciste (Giustizia e Libertà, Brigate Garibaldi con le relative divisioni), attestati di riconoscimento della qualifica di partigiano o patriota, nonchè oggetti volti a testimoniare, non solo la partecipazione al movimento di liberazione, ma quel bisogno di libertà, democrazia, giustizia e soli...

  6. "Processo Friedrich Bosshammer"

    Il fondo contiene tutta la documentazione prodotta e raccolta dal CDEC per il processo istruito dalle procure tedesche contro l'ex ufficiale nazista Friedrich Bosshammer allo scopo di individuare i responsabili nazisti delle persecuzioni antisemite e consegnarli alla giustizia.

  7. Raffaele Jona

    La raccolta contiene carte riguardanti quattro specifici temi: l'attività partigiana di Raffaele Jona e l'assistenza prestata ai profughi ebrei; la partecipazione alla vita ebraica italiana e alle sue istituzioni di riferimento nel dopoguerra; la presidenza del CDEC; la vita privata e professionale nel dopoguerra.

  8. Israel Kalk

    Sono conservate invece fotografie sugli alloggi di emergenza dei profughi ebrei venuti in Italia dai campi di concentramento nazisti, dopo la loro liberazione: presumibilmente l'associazione si occupava dell' assistenza a questi profughi, fino alla loro partenza per la Palestina. Si tratta di circolari agli oblatori, corrispondenza con le autorità e con gli internati, modulistica, fotografie che ritraggono i bambini durante la mensa, le feste religiose ebraiche, le gite, o altri momenti di libero svago. Spesso le fotografie sono allegate alle lettere destinate agli oblatori a testimonianza ...

  9. Fondo Comitato Ricerche Deportati Ebrei

    Il fondo del Comitato di ricerche dei deportati ebrei (CRDE) raccoglie gli atti relativi alla ricerca sugli ebrei italiani e stranieri deportati dall'Italia. Il CRDE fu creato per volontà dell'Unione delle Comunità israelitiche Italiane, nel settembre del 1944, all'indomani della liberazione di Roma, con lo scopo di rintracciare ogni informazione possibile al fine di facilitare la ricerca e il ritrovamento di ebrei deportati dall'Italia. Le attività del CRDE si protrassero fino agli inizi degli anni '50.

  10. Collezione archivi italiani e stranieri

    La collezione comprende documenti, tutti in copia fotostatica, provenienti dai principali Archivi di Stato italiani e da alcuni importanti archivi stranieri, tra cui il Centre de documentation juive contemporaine (CDJC) di Parigi. E' interessante notare come accanto all'ampia documentazione raccolta, siano presenti anche fascicoli contenenti gli appunti presi dai ricercatori del CDEC nel corso dei lavori di ricerca sulla deportazione e sul processo a carico di Friedrich Bosshammer. Ciò fa sì che il fondo in oggetto non si configuri soltanto come una semplice riproduzione trasversale dei doc...

  11. "Processo di Osnabruck"

    Il fondo riunisce tutta la documentazione prodotta e raccolta dal CDEC in seguito all'incarico ricevuto da alcuni magistrati tedeschi di rintracciare i testimoni per deporre al processo di Osnabruck con il quale dovevano essere giudicati tre ufficiali e due sottufficiali della divisione SS. Leibstandarte Adolf Hitler, ritenuti responsabili delle stragi sul lago Maggiore.

  12. [Anei (Associazione nazionale ex internati). Federazione della Valle d'Aosta]

    Il fondo, versato tra il 2005 e il 2009 dalla famiglia Landi, è costituito da documentazione della Federazione della Valle d'Aosta dell'Associazione nazionale ex internati (Anei), costituitasi nell'autunno del 1945. E' presente documentazione attinente la nascita e l'attività della Federazione regionale e documentazione relativa ai singoli iscritti all'associazione. Sono inoltre presenti docuemnti personali di Astolfo Landi presidente della federazione dal 1990 al 2001.

  13. Pincherle Gino

    Il fondo, pervenuto all'Istituto assieme all'archiviodi Pincherle Bruno e alla Raccolta Pincherle Renzo, conserva i materiali superstiti dell'archivio privato dell'avvocato Gino Pincherle, riconducibili alla sua attività politica e professionale . Nato a Trieste nel 1905 da genitori ebrei (e spentosi nella stessa città nel 1983), subì il confino e la persecuzione fascista prima e nazista poi. Nell'immediato secondo dopoguerra fu chiamato a ricoprire la carica di Pubblico ministero della Corte straordinaria di assise di Trieste, partecipando in quella veste a vari processi contro persone imp...

  14. Processo Risiera di S. Sabba

    Il fondo conserva in copia gli atti del processo, celebrato presso la Corte d'assise di Trieste nei primi mesi del 1976, per i crimini compiuti a Trieste tra il 1943 e il 1945 nella Risiera di S. Sabba. Il giudice che istruì il procedimento giudiziario n. 1082/70 del registro generale dell'Ufficio istruzione del Tribunale di Trieste fu Sergio Serbo, il pubblico ministero di udienza fu Claudio Coassin. Il fondo è organizzato in tredici fascicoli, contenuti in sei buste, ed è corredato da un dettagliato inventario. Ordinato e consultabile, organizza le 2125 pagine dei fascicoli processuali co...

  15. Barbina Faustino

    Faustino Barbina (nato a Mortegliano il 31 gennaio 1900, morto a Udine il 9 novembre 1982), laureato in scienze economiche e commerciali, ha svolto la professione di commercialista nel capoluogo friulano. Attivo nelle fila dell'antifascismo cattolico, dalla fine del 1942 fu tra gli organizzatori dei gruppi di opposizione e primo segretario udinese della Dc clandestina. Partecipò al movimento di liberazione all'interno delle formazioni partigiane cattoliche e liberali, ricoprendo l'incarico di delegato politico nella 2ª divisione partigiana Osoppo Friuli con il nome di "Ponte". Arrestato nel...

  16. Pincherle Bruno

    Il fondo Bruno Pincherle è stato versato da Laura Safred, sua titolare, nel 1998. Le carte sono in originale, e sono acquisite dall'Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia. Accessibile alla consultazione degli studiosi, il fondo non è stato oggetto di specifiche pubblicazioni di fonti, ma è stato utilizzato per studi, ricerche e tesi di laurea. Si presenta in stato di buona conservazione, composto da 163 fascicoli raccolti in 28 buste e articolato nelle cinque serie "Attività politica" - a sua volta suddivisa nelle sei sottoserie "Consiglio di...

  17. Comunità ebraica di Napoli

  18. [Camera di Commercio, Industria e Agricoltura di Cuneo]

    Il fondo è pervenuto fortunosamente in possesso dell'Istituto ai primi anni Settanta E' costotuito da 8 serie, suddivise in 28 buste e 340 fascicoli. La quasi totalità dei documenti ricopre un arco di tempo che va dal 1924 agli anni del secondo dopoguerra, con un'estensione al 1968 dell'ultimo fascicolo. I documenti, in originale, riguardano in modo particolare programmi, bilanci relazioni del consiglio provinciale dell'Economia corporativa; dati statistici forniti da enti vari al Cpec; raccolte di circolari ministeriali. Di sicuro interesse sono le relazioni sulle condizioni agrarie della ...

  19. [Raccolta di documenti sul fascismo nel Cuneese]

    Il fondo è costituito da materiale eterogeneo e frammentato, parte in originale e parte in fotocopia, sia cartaceo sia fotografico, relativo all'avvento del fascismo, del regime fascista ed al periodo della Rsi in provincia di Cuneo

  20. [Commissione per l'epurazione della provincia di Milano]

    La Commissione di epurazione per la provincia di Milano fu costituita dal Cln Lombardia nel maggio 1945 in base alle ordinanze n. 35 e 46 dell'Amg. La Commissione operò dapprima nella stesse sede del Cln Lombardia, in via Vivaio, ed dall'agosto 1945, in via Albricci. Già in fase di smobilitazione nel settembre 1945, la Commissione fu definitivamente soppressa nei primi mesi del 1946. La documentazione della Commissione, già conservata nel fondo Cln lombardia è stata riordinata da Carlo Milani nel corso del 2004 ed è attualmente articolata in cinque fascicoli.