Displaying items 2,961 to 2,980 of 2,995
Language of Description: German
Language of Description: French
Language of Description: Croatian
Language of Description: Italian
  1. Bucci Alceste

    Nato a Parma nel 1910, Alceste Bucci aderì al Pci nel 1935. Dopo l'8 settembre 1943 entrò nel movimento clandestino partigiano e, nel giugno 1944, con la costituzione del Comando unico Nord Emilia, gli venne affidato il ruolo di ufficiale di collegamento, compito che svolse fino al dicembre 1944, quando venne arrestato e inviato nel campo di concentramento di Bolzano. Quando il campo fu liberato, il 1° maggio 1945, Bucci, con altri, si unì ai combattimenti per la liberazione di Cles. Il fascicolo conserva relazioni, corrispondenza, volantini, il periodico "Gioventù in lotta" del fdg del Par...

  2. Tedeschi Ada

    Nata a Milano nel 1922, da una famiglia di origine ebraica, Ada Tedeschi subì la legislazione razziale del 1938 interrompendo gli studi presso le scuole statali e, dal 1942, costretta al lavoro coatto presso lo Scatolificio Ambrosiano di Sesto San Giovanni. Nel 1944, con la famiglia, riuscì a rifugiarsi in Svizzera fino alla liberazione. Nel 1969 si sposò con Simone Samuele Spritzma e negli anni Novanta è stata presidente della Comunità ebraica di Parma. I documenti (alcuni in fotocopia) riguardano soprattutto la permanenza in Svizzera, nei campi di raccolta profughi, ma sono conservate anc...

  3. [Boccolari Arrigo]

    Il fondo è stato depositato da Arrigo Boccolari nel 1960. Arrigo Boccolari, nome di battaglia Enrico, ha combattuto nella brigata Zambelli, della divisione Modena montagna di cui è stato anche commissario generale. E'stato internato nel campo di Fossoli. Il fondo contiene documenti del Commisariato generale della divisione Modena montagna dal dicembre 1944 al gennaio 1945, carte personali, il carteggio tra il commissario generale di divisione e i vari commissari di brigata, oltre a un fascicolo con stampa e volantini del 1945.

  4. Spritzman Simone Samuele

    Nato a Kishinew (Bessarabia) nel 1904, Spritzman giunse in Italia nel 1922 per studiare ingegneria; iniziò a frequentare l'Università a Parma poi si trasferì a Torino, dove si laureo. Assunto alla Magneti Marelli di Milano nel 1937, nel 1939 venne licenziato per motivi razziali e trascorse i sei anni successivi quasi ininterrottamente in internamento, fino alla deportazione nei lager nazisti dopo l'8 settembre 1943 (tra gli altri Birkenau ed Auschwitz). Al termine della guerra si stabilì, nel 1951, a New York, dove ottenne la cittadinanza americana; nel 1973 rientrò in Italia e si stabilì a...

  5. [Bizzarri Dante]

    Dante Bizzarri (Modena, 1906) dopo avere conseguito la licenza elementare avvia la professione di impiegato. Durante la Resistenza è partigiano nella Divisione Modena Armando (nome di battaglia Vladimiro), con la quale combatte a Montefiorino e partecipa all'attacco di Civago. In seguito è internato nel campo di concentramento di Fossoli. Il fondo conserva carte personali, documenti relativi all'attività partigiana ed al periodo d'internamento, carte dell'Anppia, fascicoli rilegati di memorie dattiloscritte con foto, stampati del periodo 1948-1969. Si segnala la presenza di tre testi dattil...

  6. [Ricerca sulla deportazione e l'internamento in Germania nella provincia di Modena]

    Documentazione raccolta, in copia, e utilizzata per al ricerca promossa dall'Istituto e pubblicata nel volume, curato da Giovanna Procacci e Lorenzo Bertuccelli, dal titolo: Deportazione e internamento militare in Germania. La provincia di Modena.

  7. [Artom Eugenio]

    Il fondo è così suddiviso: fasc. 1, 49 carte; carteggio, documenti autentici e falsificati del periodo della Rsi, tessere di riconoscimento rilasciate dal Ctln, dal ministero per la Costituente, dal Pli, bracciali tricolori. Fasc. 2, 47 carte; documenti contabili, relazione conclusiva e carteggio concernente l'attività del Comitato di assistenza ebraica nel periodo clandestino. Fasc. 3, 74 carte; carteggio concernente l'attività di rappresentante del Pli nel Ctln e bozze di opuscoli propagandistici, statuti e numeri sparsi del "Bollettino di informazione" del Pli. Fasc. 5, 97 carte; cartegg...

  8. [Moscati Gianfranco]

    Il fondo è stato versato all'Istituto campano per la storia della Resistenza nel 1996. Gianfranco Moscati nasce nel 1924 a Milano. Nel 1939 non potendo proseguire gli studi tecnici commerciali a causa delle leggi razziali fasciste si impiega in una ditta di trasporti internazionali di Milano. Nel 1943 passa clandestinamente la frontiera svizzera dove si rifugia durante l'invasione nazista in Italia. Nel 1945 rientra a Milano dove si impiega presso la Comunità ebraica di Milano collaborando nell'ufficio ricerche dei deportati ebrei in Italia. Nel 1952 si trasferisce a Napoli iniziando la pro...

  9. Palermo Mario

    Il fondo, versato all'Istituto campano nel 1981, raccoglie un'ampia documentazione sull'attività professionale e politica di Mario Palermo. Mario Palermo (Napoli, 21 ottobre 1898), studiò legge e intraprese la carriera di avvocato penalista. Partecipò, come volontario, al primo conflitto mondiale e, rientrato invalido, cominciò a frequentare l'Associazione nazionale mutilati ed invalidi di guerra di cui divenne anche presidente. Durante il ventennio fascista, dopo aver militato per un breve periodo in Giustizia e libertà, nel 1930 aderì al Partito comunista. Nel 1943 entrò a far parte del C...

  10. Cammareri Giuseppe

    Nel complesso archivistico sono conservati 105 documenti che Giuseppe Cammareri ha raccolto relativamente alla sua partecipazione alla Seconda guerra mondiale, alla lotta partigiana nella zona della provincia di Savona dal settembre 1943 al giugno 1944 e alla sua deportazione nei campi di concentramento di Mauthausen, Melk, Amstetten ed Ebensee. I documenti sono in fotocopia e comprendono certificati rilasciati da enti diversi, pratiche per la richiesta di pensione, racconti e testimonianze sulla deportazione, articoli di periodico e lettere. Il complesso archivistico è stato consegnato all...

  11. [Sacchetta]

    Il fondo contiene la documentazione, in originale e in fotocopia, relativa a Erminio e Armando Sacchetta, padre e figlio, entrambi antifascisti e partigiani, morti rispettivamente nel campo di concentramento di Gusen il 28 febbraio 1945 e a Milano il 28 maggio 1945, poco dopo la liberazione dal campo di transito di Bolzano. Entrambi ricevono la medaglia d'oro per la Resistenza dal Comune di Milano nel 1972. Le carte sono frutto di ricerche e di raccolte dei familiari sui Sacchetta e si compongono di fotografie d'epoca (in originale e in fotocopia), documenti coevi, diplomi e corrispondenza....

  12. Bettaccini Lorenzo

    Il fondo Bettaccini conserva documentazione sul campo di transito di Bolzano, tra cui elenchi di deportati; le informazioni sono state raccolte e consegnate all'Aned da Lorenzo Bettaccini di La Spezia, ex deportato di Bolzano e promotore del Comitato per il riconoscimento del lager di Bolzano KZ. Il complesso archivistico è stato consegnato all'Aned ed è confluito insieme al fondo Aned nazionale nel patrimonio archivistico della Fondazione memoria della deportazione, dove è stato è stato descritto sommariamente in un elenco di consistenza in attesa di un intervento di riordino e inventariaz...

  13. Panizza Giandomenico

    Il fondo Giandomenico Panizza (Venezia, 1927-Milano, 2000), è stato consegnato all'Aned alla sua morte dalla moglie Livia Lefevre. Attivo consigliere dell'Aned, si è dedicato a studi sul campo di concentramento di Mauthausen e sugli scioperi del 1944 alla Caproni di Sesto San Giovanni dove era stato arrestato a sedici anni, pubblicando anche il libro dal titolo: Sciopero generale! Ha raccolto numerose testimonianze da ex deportati e svolto un'intensa attività nella didattica, attraverso frequenti contatti con gli studenti. Sensibile all'importanza della salvaguardia della documentazione, ha...

  14. Cooperativa Zebra

    La Cooperativa Zebra è istituita a Milano con atto notarile del 15 luglio 1950 come cooperativa di produzione e lavoro. Si costituisce tra ex deportati e familiari di deportati deceduti, purché iscritti all'Aned, per la "costruzione, riparazione e noleggio e deposito di moto cicli [sic]"; la durata della società era fissata fino al 31 dicembre 2000, ma si scioglie anticipatamente nel 1973 e viene cancellata dal registro delle cooperative nel 1980. Tra le carte si conservano copia dell'atto notarile di costituzione, statuto dell'ente, verbali dell'assemblea dei soci, elenchi dei materiali e ...

  15. Aned

    Il fondo è costituito dall'archivio dell'Aned nazionale, ente ancora attivo con sede in via S. Marco 49 a Milano, e raccoglie documentazione dalle origini dell'ente ad oggi. Nello specifico, si estende per un arco cronologico dal 1945 al 2008, con antecedenti dal 1921 al 1944, originali o in copia, presenti come allegati o come sezione documentaria; contiene anche un documento in copia risalente al 1849. Ha una consistenza di 1455 fascicoli, distribuiti in 337 buste, ed è conservato, a titolo di proprietà, presso la Fondazione Memoria della deportazione Biblioteca archivio Pina e Aldo Ravel...

  16. Pirola Felice

    Il fondo Pirola è stato donato dalla famiglia alla Fondazione Memoria della deportazione nel 2003 e contiene atti raccolti o prodotti da Felice Pirola (Lissone, 1923 - Milano, 2000) durante le sue ricerche. Altra documentazione è stata versata negli anni successivi. Tutti i documenti consegnati nel 2003 sono già stati esaminati e descritti sommariamente in un elenco di consistenza, a cui seguirà un complessivo intervento di riordino e inventariazione su tutta la documentazione. Felice Pirola è stato un ex internato militare nei campi di concentramento per prigionieri di guerra di Limburg (S...

  17. Cooperativa La sorgente

    Il fondo conserva agli atti originali della Cooperativa La sorgente avente sede in via Consolata 2 a Torino; la cooperativa aveva lo scopo di "promuovere occasioni di lavoro agli ex deportati politici in Germania e alle loro famiglie ed ai familiari dei caduti nei campi di concentramento e di costituire attività di carattere artigiano, commerciale ed industriale con negozi di vendita all'ingrosso e al minuto". Sono qui conservati gli atti inerenti alla sua istituzione nel 1956 e allo scioglimento anticipato volontario del 1969; si trovano nel fondo anche tutte le pratiche di liquidazione de...

  18. [Tibaldi Italo]

    Il fondo Tibaldi è stato consegnato in più riprese dallo stesso Italo Tibaldi, prima all'Aned e poi alla Fondazione Memoria della deportazione, dove nel 2003 è stato realizzato un primo riordino con la contestuale redazione di un elenco di consistenza degli incartamenti consegnati a quella data. Gli ultimi versamenti alla Fondazione risalgono al 2008. Italo Tibaldi (Pinerolo, 1927 - Ivrea, 2010), consigliere nazionale e tesoriere dell'Aned fino al 2002, ha dedicato la sua vita a studi e ricerche sulla deportazione, in particolare alla compilazione della "italianlist", l'elenco di tutti i de...

  19. Baraldini Giulio

    Il fondo è costituito da alcune testimonianze, nella forma di racconto, scritte dall'ex deportato del campo di concentramento di Dachau Giulio Baraldini, matricola n.64825. I racconti, dattiloscritti e manoscritti, sono suddivisi in raccolte dai titoli: Racconti e composizioni testimoniali di un sopravvissuto ai lager nazisti, Una voce dall'intimo, Testimonianze dallo sterminio; i testi narrativi sono completati da documenti privati del Baraldini di data successiva alla Liberazione, attestanti la sua attività antifascista e la sua deportazione. Il complesso archivistico è stato consegnato a...

  20. Questura Perugia

    Comprende anche i fascicoli nominativi intestati a persone di origine ebraica, per lo più residenti a Perugia, destinatarie dei provvedimenti di polizia (segnalazioni, fermi, perquisizioni, requisizioni, detenzioni, internamento nei campi di concentramento), decisi a seguito dell'emanazione delle leggi razziali del periodo fascista.